[F]ormazione

modifiche al Codice Urbani in tema pianificazione paesaggistica e gestione dei beni soggetti a tutela

Data: Giovedì 11 settembre 2008, ore 15,00

Luogo: Sala riunioni degli Ordine degli avvocati, palazzo di Giustizia di Como (largo Spallino), piano 1^

Oggetto dell'incontro

20.9.2008 » Sono disponibili le schede dei quesiti emersi nel corso dell'incontro e le tracce delle risposte logo pdf

Sono stati pubblicati sulla G.U. n. 84 del 9 aprile 2008 i decreti legislativi 26 marzo 2008, n. 62 e n. 63 (Ulteriori disposizioni correttive ed integrative al decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42). Numerose le novità introdotte: nel corso dell'incontro sono state trattate quelle relative alla pianificazione paesaggistica e quelle connesse alla gestione dei beni soggetti a tutela paesaggistica.

Info

L'incontro, riservato ai clienti dello studio, si è tenuto a Como, Giovedì 11 settembre 2008, ore 15,00, presso la Sala riunioni degli Ordine degli avvocati, piano 1^ del palazzo di Giustizia di Como. Relatore: avv. Ileana Pisani.

Materiali

Quesiti emersi nel corso dell'incontro

  1. Se il termine perentorio di 15 giorni entro il quale la conferenza di servizi (indetta dall’amministrazione competente a seguito del silenzio serbato dalla Soprintendenza) deve pronunciarsi ai sensi dell’art. 146 c. 9, decorra dalla scadenza del termine di 45 giorni assegnato alla Soprintendenza per rilasciare il proprio parere

  2. Ove la Soprintendenza non trasmetta il parere di sua competenza entro il termine ad essa assegnato dalla legge, l’amministrazione competente può rilasciare ugualmente l’autorizzazione paesaggistica ove ritenga l’intervento conforme alla prescrizioni sul
    paesaggio?

  3. Il silenzio della Soprintendenza può essere considerato silenzio assenso?

  4. Quali conseguenze possono derivare dal mancato invio alla Regione entro il 14 novembre 2008, da parte degli Enti Locali delegati, della documentazione relativa alla costituzione della commissione per il paesaggio ed all’individuazione della struttura tecnica o della specifica professionalità cui è attribuita l’istruttoria sulle richieste di autorizzazione paesaggistica?

  5. Ai sensi della deliberazione n. VIII/7977 del 6 agosto 2008 “i componenti (della Commissione) non possono essere contestualmente membri della Commissione Edilizia e/o Urbanistica o svolgere incarichi professionali di progettazione edilizia presso il medesimo ente”. Quali sono i confini di una simile causa di incompatibilità?

Scheda con tracce delle risposte ai quesiti logo pdf